.
Annunci online

liberi di pensare.... SenzaFiltro torna sul web!
Le pagelle di Bologna-Palermo
post pubblicato in il calcio del pallone, il 20 novembre 2016
Palermo

Posavec 5,5: Fa un mezzo miracolo su Krejci ma ha sulla coscienza la punizione (non imprendibile) di Viviani.

Rispoli 6: Si propone con continuità ma il Bologna si chiude bene dalla sua parte.

Cionek 5: Si perde Destro sull'1-1 e poi regala a Destro il pallone che sancisce il 3-1 bolognese (ad opera di Dzemaili). Se comincia a perdere colpi anche lui...

Andjelkovic 6: Tiene in piedi la baracca in tante occasioni, nel quale rimedia agli svarioni dei compagni.

Alesaami 5,5: Inefficace in entrambe le fasi per 70 minuti abbondanti, ritorna ai suoi livelli quando la squadra si mette a tre dietro, ma a quel punto la frittata è bella che fatta.

Bruno Henrique 6,5: A parte l'assist a Nestorovski in occasione del vantaggio rosanero, pressa e supporta l'azione d'attacco rosanero per tutta la gara, dimostrando di essere un giocatore di qualità in un centrocampo arido di talento.

Gazzi 5: Dovrebbe fungere da schermo davanti la difesa e primo iniziatore della manovra ma oggi gli riescono male entrambe le cose.

(Goldaniga s.v)

Hiljemark 5: Lo svedese è in crisi d'identità allo stadio più avanzato. Praticamente non trova mai la posizione giusta, sbaglia tutti i tempi dei passaggi (non i passaggi, ma la tempistica degli stessi) mandando fuori giri tutta la squadra ogni volta che va in possesso di palla.

Diamanti 5: Gioca praticamente tutta la gara da terzino, costretto dall'azione costante di Rizzo e Masina, e lo fa con i risultati che può avere un trequartista piazzato sul lato destro della difesa. Rischia anche lui di smarrirsi.

(Quaison 5: Gioca più di 20 minuti e non tocca una sola palla; non esattamente un miglioramento rispetto a Diamanti).

Nestorovski 7: Oltre al solito goal (7o centro stagionale in campionato), tantissimo lavoro sporco che gli costa anche qualche colpo "alto" da parte di Gastaldello e Maietta. Si guadagnerebbe anche un rigore ma l'arbitro gli fischia contro un fuorigioco più che dubbio.

Sallai 4,5: Anonimo e irritante, soprattutto quando cerca di ingannare l'arbitro con qualche accenno di tuffo olimpico. Piazzato largo a sinistra, poi, entra nel vivo del gioco all'inizio del primo tempo e poi il nulla più assoluto.

(Lo Faso 5: Entra in partita un po' troppo molle e prova ne è quel pallone sparacchiato addosso a Da Costa, unica occasione del secondo tempo capitata sui suoi piedi).

Bologna

Da Costa 6,5: Può poco sul goal, bravo e attento su Lo Faso e Cionek nella ripresa.

Torosidis 6,5: Chiude la fascia destra a doppia mandata cancellando Sallai e poi risultando efficace nel finale su Alesaami

Maietta 6: Tanto mestiere e qualche abbraccio di troppo (abbuonato dal pessimo arbitro Russo) ma tutto sommato una partita attenta.

Gastaldello 5: Regala al Palermo il pallone dell'1-0 e soffre Nestorovski che ferma soprattutto con le cattive.

Masina 6,5: Gran partita del terzino felsineo, bravo in entrambe le fasi e molto attento su Diamanti, a cui non lascia un centimetro.

Nagy 6: Partita molto disciplinata dal punto di vista tattico.

(Pulgar sv)

Viviani 7: Secondo goal in carriera contro il Palermo, ancora sugli sviluppi di un calcio piazzato; buono il lavoro in regia, agevolato da un Gazzi oggi abbastanza molle.

(Taider s.v.)

Dzemaili 7: Altra bella prova dell'ex centrocampista del Napoli sia in copertura che a supporto dell'attacco, coronata con un gran goal di sinistro, il secondo della carriera (anche per lui) contro i rosanero.

Krejci 6: Non la solita gara totale del ceco, ma grande lavoro in fase di ripiegamento, molto apprezzato da compagni e tecnico.


Destro 6,5: Il suo è un goal pesantissimo, che riporta subito il Bologna in gara e ridà spirito e convinzione ai compagni. Per il resto gara di grande movimento al centro dell'attacco con una forma ottimale ancora da ritrovare.

Rizzo 6: A lui l'arduo compito di sostituire Verdi, e lo fa con grande applicazione, soprattutto in fase di copertura dove limita al massimo l'azione di Diamanti, unica vera fonte di gioco rosanero.

(Okwonkwo s.v.)

All.ri

De Zerbi 4: Il Palermo ha sempre gli stessi limiti è una squadra brava ad applicarsi tatticamente portarsi in vantaggio. Preso il goal (per l'ennesimo errore individuale) la squadra non ha più ritrovato lo spirito garibaldino mostrato nei primi minuti ed ha arretrato il proprio baricentro sino a concedere la punizione (generosamente concessa da Russo) da cui Viviani ha messo a segno il 2-0 (altro errore individuale). Il 3-1 è stato poi frutto del terzo errore individuale della gara ma frutto di una scarsissima attitudine della mediana ad attaccare le cosiddette seconde palle. Alcune cose nelle scelte di De Zerbi non hanno convinto:

1) La posizione di Diamanti lo ha di fatto condannato ad essere preda dei felsinei che ne hanno fatto carne da macello; Alino deve giocare necessariamente più centrale;
2) La scelta di Sallai lascia più di qualche dubbio, lasciando in panca sia Lo Faso (entrato poi in condizioni decisamente difficili) che Quaison;
3) La scelta di Hiljemark ha dell'incredibile; lo svedese è per distacco il peggiore giocatore del campionato del rendimento e puntare in questo momento su Jajalo o Chochev potrebbe essere un bene per la squadra, ed aiutare il giovane svedese a ritrovarsi.
4) Questo 4-1-4-1 fatto con gli esterni a piede invertito è un non senso; forse sarebbe meglio varare su un 4-3-3 o un 4-2-3-1, modulo, quest'ultimo, che esalterebbe le qualità di Diamanti.

Donadoni 6,5: La sua squadra fa cose semplici, la soluzione migliore per una squadra in crisi di risultati, e ottiene il risultato meritato.

Arbitro Russo 5: Solita direzione esitante per un arbitro che non ha mai convinto in tutte le sue uscite (nonostante sia già tra i più esperti della categoria); permette il gioco duro dei bolognesi (manca un cartellino per Viviani e la gomitata (la prima) su Nestorovski non viene vista da nessuno degli assistenti), mentre chiama un fuorigioco molto discutibile sullo stesso macedone, poi atterrato in area. Usa poi metri di giudizio differenti, mostrandosi un arbitro parecchio casalingo.


Sfoglia ottobre        giugno
tag cloud
links
calendario
cerca